Essere femminista non essere femminista

Noushin Armadi Khorassani coniuga nell’Iran post-komeinista impegno letterario e attività associativa. Dalla parte delle donne, ovviamente, ma anche da quella dei bambini. Interessante la sua posizione sul femminismo iraniano, considerato in parte responsabile del di-simpegno politico di molte intellettuali più attente alla propria carriera che all’interesse pubblico.

 

Oppure usa i tuo profili social per commentare

GRAZIE

GUALA
GUALA