n.20 giugno 2008

Il tema delle migrazioni e delle politiche per affrontarle occupa anche in questo numero della rivista un numero cospicuo di pagine. Si veda il Dossier con gli articoli e le interviste di Anna Iara, Andrzey Bratkowski, Donato Speroni, Matteo Ferrazzi, Josè Luis Rhi-Sausi, Fabrizio Coricelli, Elena Fenili e Francesca Nenci. Di migrazioni, d’altronde, si discute nella terza edizione del Venice Forum (12 e 13 giugno), di cui daremo ampia sintesi nel prossimo numero.
Strettamente connesso, il tema della globalizzazione e di come “governarla” affrontato da Renato Ruggiero nell’editoriale. Sulla Russia, si segnala il contributo di Piero Sinatti che cerca di anticipare gli scenari dei rapporti con l’America dopo il voto di Novembre. Claudia Astarita fornisce un quadro molto puntuale e in parte inedito dello sforzo fatto dalla Cina per presentarsi al meglio alle Olimpiadi.
L’economista Stefano Chiarlone, invece, si concentra sui punti di forza e di debolezza dell’economia indiana. La sua diagnosi è che l’India deve affrontare e risolvere alcuni nodi non banali per continuare a crescere
ai ritmi attuali. Due i reportage di questo numero: quello di Emiliano Bos su Istanbul sentinella dell’Europa sulla frontiera più a Est e quello di Massimiliano Di Pasquale sull’antica Leopoli. Molto ricca anche la sezione culturale, con le interviste al direttore dell’Ermitage Borisovich Piotrovsky, alla regista libanese Mai Masri e al professor Sami Awad Aldeeb Abu-Sahlieh, autore di una edizione assolutamente originale del Corano.

TUTTI GLI ARTICOLI


Lo scrittore William Saroyan la definiva “un brutto sogno di Dio”. Definizione da non prendere alla lettera, come insegnava Elio Vittorini. Certo è che ancora oggi la regale città austro-ungarica, passata alla Polonia dopo il trattato di Versailles del 1919, conserva un’atmosfera molto particolare.

Quando Beirut diaresvenne selezionato per partecipare a un festival in Francia, Beirut era ancora sotto assedio e veniva quotidianamente attaccata dal cielo, dal mare e da terra. “Non ero ancora pronta a lasciare il Paese, ma volevo che il film venisse visto”, ha detto a eastla regista Mai Masri.

Inflazione, apprezzamento del rublo e minore competitività, costo delle materie prime, corruzione, tendenze demografiche negative... Il nuovo presidente russo eredita una situazione pesante e con molte criticità.

Super lusso a Mosca. Caviale, massaggi, agopuntura e relax, ma soprattutto loro: le receptionist, che sembrano strappate alla più patinate passerelle della moda.

Hanno collaborato a questo numero:
Claudia Astarita
Antonio Barbangelo
Emiliano Bos
Andrzej Bratkowski
Stefano Chiarlone
Alessandra Cipolla
Simone Cofferati
Fabrizio Coricelli
Massimiliano di Pasquale
Elena Fenili
Matteo Ferrazzi
Alessandro Garusi
Cristina Giuliano
Anna Iara
Timothy Fenton Krysiek
Francesca Lancini
Carlotta Magnanini
Cristina Mocanu
Marco Montanari
Francesca Nenci
Fernando Orlandi
Speranta Pirciog
Farian Sabahi
Piero Sinatti
Donato Speroni
Guido Vigna
Ana Marina Zamfir
Shamil Midkhatovich Yenikeyeff
Vittorio Borelli