A Leopoli c’è ancora aria di intrigo e di mistero

Lo scrittore William Saroyan la definiva “un brutto sogno di Dio”. Definizione da non prendere alla lettera, come insegnava Elio Vittorini. Certo è che ancora oggi la regale città austro-ungarica, passata alla Polonia dopo il trattato di Versailles del 1919, conserva un’atmosfera molto particolare.

 

Oppure usa i tuo profili social per commentare

GRAZIE

GUALA
GUALA