Albanesi d’Italia: non solo malavita

Un ventennio dopo gli sbarchi, viaggio da Trieste a Bari fra i migranti del Paese delle aquile. La mafia albanese resta forte e organizzata, ma la maggior parte dei migranti si è integrata in attività perfettamente normali. Da questo punto di vista il laboratorio più interessante è quello di Milano.

 

Oppure usa i tuo profili social per commentare

GRAZIE

Lettere
al Direttore

Giuseppe Scognamiglio risponderà ogni settimana a una lettera inviata dai lettori. Potete far pervenire la vostra lettera via email usando il tasto qui sotto. Per essere pubblicati, i contributi devono essere firmati con nome, cognome e città Invia la tua lettera
al direttore

GUALA
GUALA