eastwest challenge banner leaderboard

aa

n.32 ottobre 2010


Che le potenze occidentali e i loro servizi segreti interferiscano nelle vicende del Medio Oriente è noto. Ma a volte l'interferenza è stata più virtuale che reale. Esemplare la vicenda del premier iraniano Mohammad Mosaddeq. La sua caduta, come rivela in questa intervista esclusiva lo storico Darioush Bayandor, non è da attribuire alla Cia, bensì alle dinamiche innescate dal fallito golpe della stessa Cia

RUBRICA

Nuovi nazisti crescono in Mongolia e nutrono sentimenti xenofobi anche se diretti in particolare contro i cinesi.

L'industria afghana dell'oppio ha tratto grande giovamento dal marasma politico, militare e sociale esistente nel Paese. La produzione di oppio ha toccato livelli mai raggiunti in precedenza.  L'output è passato dalle 3300 tonnellate dell'ultimo grande raccolto dell'epoca talebana alle 6900 del 2009. Il collegamento tra l’escalationmilitare e quella oppiacea è inscindibile. .A più guerra corrisponde più droga.

La "fabbrica del mondo" che distribuisce su tutti i mercati prodotti a costi irrisori grazie allo sfruttamento della forza lavoro sta progressivamente scomparendo. Nell'ultimo anno in Cina si sono registrati 80mila fra scioperi e manifestazioni di protesta.  Le ripercussioni interne della crisi economica globale hanno fatto emergere un malcontento diffuso che non poteva non esplodere. Certo, ci vorranno anni prima che la legislazione cinese riconosca i diritti acquisiti dagli operai occidentali.

 

La voce
dei Lettori

Eastwest risponderà ogni settimana ai commenti sui social e alle domande inviate dai lettori. Potete far pervenire la vostra domanda usando il tasto qui sotto. Per essere pubblicati, i contributi devono essere firmati con nome, cognome e città. Invia la tua domanda a eastwest

GUALA