eastwest challenge banner leaderboard

Marina Jarre si racconta: «Io, scrittrice ebrea e lettone»

Della scrittrice ebreo-valdese è appena uscito il romanzo Neve in Val d’Angrognache apre la nuova collana di narrativa dell’editrice Claudiana. È la drammatica epopea di una comunità di montanari nelle impervie valli valdesi del Piemonte sabaudo, piccolo avamposto protestante nel secolo della Controriforma. . La storia dei valdesi nel Seicento è una storia di dolore, deportazioni, massacri e fughe che presenta diverse analogie con quella degli ebrei. Vittime di rpressione e persecuzioni da parte dei poteri civili e religiosi, sono tornati in possesso dei loro diritti solo dopo traversie indicibili. Ma Marina Jarre è anche altro.

 

Oppure usa i tuo profili social per commentare

GRAZIE

La voce
dei Lettori

eastwest risponderà ogni settimana ai commenti sui social e alle domande inviate dai lettori. Potete far pervenire la vostra domanda usando il tasto qui sotto. Per essere pubblicati, i contributi devono essere firmati con nome, cognome e città Invia la tua domanda ad eastwest

GUALA