Guerra e pace alla frontiera

La ragazza ha vent’anni, non di più. Da mezz’ora cerca di vendermi sigarette, matite, monete e banconote “made in Corea del Nord.”

Fa freddo, se alzo gli occhi posso scorgere un tratto dell’infinita Muraglia cinese. Poggio lo sguardo su un tratto di terra brulla, spazzata dal vento e percorsa da un soldato in uniforme che accompagna una decina di pecore.

Per continuare a leggere, scarica il pdf gratuito.

Oppure usa i tuo profili social per commentare

GRAZIE

GUALA
GUALA