eastwest challenge banner leaderboard

Un attacco di febbre dell’oro

Si chiama “Colombia” ed è in Mozambico. È una miniera d’oro a cielo aperto il cui nome evoca la violenza e l’assenza di leggi. Per arrivarci si attraversano i due mondi: quello della capitale, Maputo, un miracolo economico africano, e il paese rurale, fermo nel tempo.

Per chi ci è stato qualche anno fa Maputo oggi è irriconoscibile: si comincia dall’aeroporto, una moderna struttura in acciaio, vetro e cemento costruita dai Cinesi che hanno anche eretto i grattacieli che si vedono in città, lo stadio, alcuni centri commerciali. Per andare in Zambesia però bisogna imboccare una pista sterrata che parte dalla capitale provinciale, Quelimane, uno dei porti del Paese, e andare verso est, nell’entroterra. La striscia di terra fende un territorio rurale che la moderna tecnologia non sembra avere minimamente modificato: capanne con le pareti di fango e il tetto di paglia, gli spiazzi antistanti meticolosamente spazzati, alberi di mango e di cajù, e nuclei familiari fatti di pochi adulti e tanti, tanti bambini.

Se vuoi leggerlo tutto, acquista il numero in pdf per soli 3 euro.

Scrivi il tuo commento
@

La voce
dei Lettori

eastwest risponderà ogni settimana ai commenti sui social e alle domande inviate dai lettori. Potete far pervenire la vostra domanda usando il tasto qui sotto. Per essere pubblicati, i contributi devono essere firmati con nome, cognome e città Invia la tua domanda ad eastwest

GUALA