Quando la luce arriva dal mare

I Turchi con le powerships, grandi generatori galleggianti, riforniscono di elettricità i paesi che ne sono privi o non ne hanno a sufficienza.

Sono navi che hanno portato la luce all’Iraq, al Pakistan e al Libano. Le chiamano powerships, grandi centrali elettriche galleggianti e prodotto di punta della holding turca Karadeniz, fondata nel 1948 e attiva nei settori dell’ingegneria, della finanza, dell’immobiliare, del turismo, dell’energia.

Il progetto è nato nel 2007, con l’obiettivo di rifornire in modo veloce e affidabile l’energia elettrica a quei Paesi in cui il flusso è insufficiente e altalenante, con deficit infrastrutturali inadeguati rispetto alla domanda cre scente o che necessitano di fonti supplementari per grandi progetti.

Le powerships sono equipaggiate con generatori che funzionano sia a olio combustibile, che a gas naturale. Viaggiano via mare e vengono ancorate a ridosso della costa. Quelle della flotta Karadeniz già operative – sette unità, con un’ottava in arrivo – raggiungono una potenza massima che supera i 200 megawatt.

Per continuare a leggere, scarica il pdf gratuito.
Scrivi il tuo commento
@

Oppure usa i tuo profili social per commentare

GRAZIE

Lettere
al Direttore

Giuseppe Scognamiglio risponderà ogni settimana a una lettera inviata dai lettori. Potete far pervenire la vostra lettera via email usando il tasto qui sotto. Per essere pubblicati, i contributi devono essere firmati con nome, cognome e città Invia la tua lettera
al direttore

GUALA
GUALA