Fede e politica in Brasile

L’equilibrio del potere si sposta con la perdita di seguaci del cattolicesimo.

Il paese con il maggior numero di cattolici nel mondo potrebbe diventare il paradiso in terra per i cristiani evangelici “rinati”. Dei 191 milioni di Brasiliani, oltre 123 milioni sono cattolici (64,6%), ma i protestanti evangelici, inclusi i pentecostali sono in crescita. Nel 2000 erano il 15,4% della popolazione, nel 2010 il 22,2%.

Questo travaso religioso trasferito nell’agone politico sta innescando tensioni tra le fedi.

Nel Parlamento federale, dei 513 membri della Camera Bassa, 68 sono evangelici e in Senato 3 su 81 membri. Sebbene appartengano a partiti differenti, i protestanti evangelici fanno fronte comune quando si trattano leggi sulla moralità sessuale e la bioetica.  

Se vuoi leggerlo tutto, acquista il numero in pdf per soli 3 euro.

Scrivi il tuo commento
@

Oppure usa i tuo profili social per commentare

GRAZIE

GUALA
GUALA