eastwest challenge banner leaderboard

Svalutazione interna

Una cura economica che rischia di essere peggio della malattia.

Negli ultimi anni i grandi flussi di capitali sui mercati mondiali hanno seminato bolle e crolli in tutto il mondo, innescando la necessità di “svalutazioni interne” per permettere alle economie di ripristinare la crescita richiesta dai sistemi bancari e previdenziali.

Inventata in Scandinavia durante le crisi finanziarie degli anni Novanta, la svalutazione interna riduce i costi di produzione per consentire a un paese in sofferenza di ritrovare solvibilità.

È un’alternativa alla più comune “svalutazione esterna”, il deprezzamento della valuta per rilanciare le esportazioni. Negli ultimi anni la manipolazione valutaria è stata considerata una scorciatoia scorretta che può innescare “guerre valutarie”.

E appena fa capolino la retorica militare, il dibattito tende a inasprirsi. La svalutazione interna è vista da taluni come un attacco non tanto mascherato ai salari e da altri come una sacrosanta stretta della cinghia; c’è chi la considera un errore politico che porta a un calo della domanda e a un inasprimento della recessione, altri la vedono come il doloroso rimedio per rimettere in ordine i settori finanziari.

La svalutazione interna si è resa necessaria in Europa a seguito dell'introduzione dell'euro e della cessione della sovranità valutaria e appare l'unica via percorribile. La Lettonia per esempio, attanagliata da una crisi del credito, ha reagito tagliando drasticamente la spesa pubblica e gli stipendi. La contrazione della sua economia si è arrestata ma intanto il Pil si è ridotto di quasi un quarto, come negli Usa negli anni Trenta. Lo stesso sistema è stato adottato in Irlanda.

I due Paesi però venivano da un decennio di robusta crescita che ha presumibilmente attutito le forti riduzioni del reddito personale e nazionale. Il Pil lettone è crollato ma mai sotto il livello del 2005.

Se vuoi leggerlo tutto, acquista il numero in pdf per soli 3 euro.

Scrivi il tuo commento
@

Oppure usa i tuo profili social per commentare

GRAZIE

La voce
dei Lettori

eastwest risponderà ogni settimana ai commenti sui social e alle domande inviate dai lettori. Potete far pervenire la vostra domanda usando il tasto qui sotto. Per essere pubblicati, i contributi devono essere firmati con nome, cognome e città Invia la tua domanda ad eastwest

GUALA