Bosnia ed Erzegovina, 1914-2014

Cent'anni iniziati nel sangue si chiudono ora in rinnovata turbolenza sociale.  

L'anno scorso il celebre regista serbo-bosniaco Emir Kusturica, all'apertura del Festival Kustendorf in Bosnia, le suonò all'attore Bruce Willis in una proiezione virtuale, un curioso gesto che avrebbe dovuto simboleggiare la vittoria dei film d'autore sulla produzione hollywoodiana.

Quest'anno il regista ha inaugurato la settima edizione della kermesse cinematografica con una ricostruzione teatrale, uccidendo ancora una volta l'arciduca Ferdinando: una performance "tragicomica" che per Kusturica rappresenta solo il punto di partenza della sua personale visione della Prima guerra mondiale, raccontata in un film documentario attualmente in produzione.

Se vuoi leggerlo tutto, acquista il numero in pdf per soli 3 euro.

Scrivi il tuo commento
@

Oppure usa i tuo profili social per commentare

GRAZIE

GUALA
GUALA