Cibo e costruzioni rurali ispirano le “archistar”

I migliori architetti del mondo in competizione per stupire i visitatori.

L'Expo di Parigi del 1889 aveva la Tour Eiffel; la Fiera Mondiale di Bruxelles un gigantesco cristallo di ferro, l'iconica Atomium; l'Expo di Montreal del 1967 sfoggiava il prototipo della copertura a "struttura tensile" replicata poi in tutto il mondo.

L'Expo di Milano avrà fienili e campi di grano disegnati da architetti di fama mondiale.

L'Expo ha sfidato i paesi partecipanti chiedendo loro di creare padiglioni a tema: su cibo e sostenibilità.

Invece di strutture monumentali, qui si promuovono forme di design che usano innovative tecnologie "verdi" e includono idee promosse sia dalla natura che da tecniche di costruzione tradizionali.

I padiglioni saranno costruiti usando materiale sostenibile per permettere il riciclaggio o la ricollocazione dopo l'evento. Progetti interessanti arrivano dalle economie emergenti, dove il tema della produzione di cibo è particolarmente sentito.

Se vuoi leggerlo tutto, acquista il numero in pdf per soli 3 euro.

Scrivi il tuo commento
@

Oppure usa i tuo profili social per commentare

GRAZIE

banner fest sidebarbanner fest unicredit

La voce
dei Lettori

eastwest risponderà ogni settimana ai commenti sui social e alle domande inviate dai lettori. Potete far pervenire la vostra domanda usando il tasto qui sotto. Per essere pubblicati, i contributi devono essere firmati con nome, cognome e città Invia la tua domanda ad eastwest

GUALA
GUALA