Il futuro è un paese straniero

Un futurologo Hewlett-Packard guarda all'"Epoca della scarsità" in arrivo. Il romanzo L'età incerta di L.P. Hartley comincia così: "Il passato è un paese straniero: lì, tutto si svolge in modo diverso."

Lo stesso vale per il futuro, sarà assai diverso da oggi, ma solo in pochi momenti, con lo sguardo giusto, si riesce a vedere il mondo cambiare. Per molti versi il modo migliore di rappresentarsi il futuro è l'"Epoca della scarsità" perché ci sono svariate forze in sempre maggiore concorrenza, e di conseguenza, una scarsità di risorse.

Se vuoi leggerlo tutto, acquista il numero in pdf per soli 3 euro.

Scrivi il tuo commento
@

Oppure usa i tuo profili social per commentare

GRAZIE

GUALA
GUALA