Non divida l’uomo quello che Dio ha congiunto

Perché i protestanti possono divorziare e i cattolici invece no.

Oggi più che mai si esaltano la libertà e la gioia dell'essere single e si discute della crisi del vincolo matrimoniale, che rimane però il fulcro della vita della maggior parte dell'umanità.

Prima del secolo scorso, le varie comunità familiari erano delle strutture economiche patriarcali. La stabilità del matrimonio era assicurata dall'unità della "grande famiglia" e dalla società che, viceversa, era la condizione necessaria per la continuità delle stesse.

La scelta del coniuge era guidata comunemente da considerazioni economiche e sociali. Con il matrimonio, la donna passava dalla comunità familiare d'origine a quella del marito. Ciò che contava non era se tra i due giovani ci fosse amore ma la continuazione della famiglia, la perpetuazione della stirpe.

Se vuoi leggerlo tutto, acquista il numero in pdf per soli 3 euro.

Scrivi il tuo commento
@

Oppure usa i tuo profili social per commentare

GRAZIE

GUALA
GUALA