eastwest challenge banner leaderboard

Viktor Orbán: la sinistra si sposta a destra e vince

Piaccia o no "l'orbanismo", l'economia ungherese marcia.

A 25 anni dalla caduta della Cortina di ferro, Viktor Orbán è l'unico politico ungherese ad aver ricoperto più volte la carica di Primo ministro. Tre mandati, di cui due consecutivi: il 6 aprile scorso il fondatore del partito Fidesz è stato riconfermato alla guida del Paese da oltre il 44% dei votanti, aggiudicandosi di nuovo i due terzi dei seggi in Parlamento.

La sua coalizione di centro-destra ha comunque perso 640mila preferenze rispetto alla precedente tornata, ma nel discorso tenuto subito dopo l'esito delle urne Orbán non vi ha fatto cenno: "Il verdetto degli elettori conferma che le politiche del governo sono giuste", ha dichiarato.

La carriera di questo 50enne nato da una famiglia umile ad Alcsútdoboz, a sud-ovest della capitale, e cresciuto nella vicina Felcsút – una cittadina di 1.800 anime che abitano ancora nelle case dell'era sovietica – comincia nel 1988. Da studente di Legge a Budapest, Orbán trasforma il Bibó szakkolégium, il gruppo universitario democratico e anticomunista di cui era portavoce e guida, in un vero partito politico: la Fidesz, l'Alleanza dei giovani democratici ungheresi.

Se vuoi leggerlo tutto, acquista il numero in pdf per soli 3 euro.

Scrivi il tuo commento
@

La voce
dei Lettori

Eastwest risponderà ogni settimana ai commenti sui social e alle domande inviate dai lettori. Potete far pervenire la vostra domanda usando il tasto qui sotto. Per essere pubblicati, i contributi devono essere firmati con nome, cognome e città. Invia la tua domanda a eastwest

GUALA