I favolosi Fugger

L’invenzione del mondo moderno parte dai soldi e dalle leggi ferree della contabilità.

Il moderno non è sempre tanto nuovo. Lo insegna la straordinaria epopea della famiglia Fugger, i grandi banchieri di Augsburg che nel Cinquecento crearono una prima e vera multinazionale finanziaria dal potere immenso. Condizionarono l’elezione di due imperatori del Sacro Impero Romano e contemporaneamente furono i banchieri dei Papi, per i quali istituirono anche la Guardia svizzera.

A spiccare su tutti è Jakob Fugger, detto il Ricco, che accumulò un patrimonio fiabesco e fu al tempo stesso prototipo dell’imprenditore illuminato, facendo costruire il primo esempio di case popolari.

Jakob studiò e fece pratica in Italia. Giunse a Venezia nel 1473, appena 14enne, e vi rimase fino al 1481. Apprese l’arte contabile e quella bancaria (la “partita doppia” fu codificata dal matematico toscano Luca Pacioli, mentre l’assegno fu inventato da un altro toscano, il mercante Francesco Datini di Prato).

Se vuoi leggerlo tutto, acquista il numero in pdf per soli 3 euro.

Scrivi il tuo commento
@

Oppure usa i tuo profili social per commentare

GRAZIE

GUALA
GUALA