CIBO E CULTURA - L’irresistibile avanzata dei noodles

Molto diffusi in Asia, i “nudolini” Ramen, sono ora all’arrembaggio della gastronomia povera mondiale.

Inventati nel 1958 dal giapponese Momofuku Ando, i nudolini orientali precotti (instant noodles) hanno conosciuto una diffusione esponenziale. Si conservano nella dispensa, non necessitano di frigo e fornelli e promettono un pasto caldo con la sola aggiunta di acqua bollente: una facilità d’uso che ne ha fatto il pasto tipico degli studenti anglosassoni e di molti asiatici.

Nel Giappone del dopoguerra, Ando ha dedicato anni a inventare un prodotto capace di sfamare le masse. Gli ingredienti sono semplici: pasta di grano precotta e disidratata, con un condimento in polvere o salsa.

Quando Nissin Foods, la piccola società di Ando, ha messo sul mercato i primi “Chikin Ramen” (Ramen è diventato poi un nome generico per designare il prodotto), erano considerati un cibo di lusso: costavano sei volte di più rispetto alle versioni “artigianali”.

Se vuoi leggerlo tutto, acquista il numero in pdf per soli 3 euro.

Scrivi il tuo commento
@

Oppure usa i tuo profili social per commentare

GRAZIE

GUALA
GUALA