Quando Fidel ci provò

Il giovane Fidel Castro tentò di scucire un biglietto da dieci al Presidente Franklin Roosevelt, in cambio di ferro...

Alla fin fine, non c’è molto da dire sulle carriere dei due uomini coinvolti nella corrispondenza che presentiamo sotto. Quando scrisse al Presidente degli USA Franklin Delano Roosevelt, Fidel Alejandro Castro Ruz, o più semplicemente Fidel Castro, aveva 14 anni. Curiosamente, nella lettera se ne toglie due.

Ad ogni modo, come ben sappiamo, Castro sarebbe poi divenuto un rivoluzionario e un politico di successo. Nel momento in cui vergava la lettera, tuttavia, era ancora il figlio illegittimo – e probabilmente squattrinato, visto che chiede a Roosevelt un obolo di 10 dollari – di un colono che se ne era più o meno sbarazzato spedendolo in un collegio gesuita a Santiago de Cuba, a 90 km da casa.
 
Il padre era un uomo molto facoltoso. Pare che le sue coltivazioni di canna da zucchero nei pressi di Biràn, nell’allora Provincia de Oriente, si estendessero per 93 Km2. Dopo il fallimento del primo matrimonio, prese come amante una domestica della casa che poi divenne la sua seconda moglie. I due ebbero sette figli, tra i quali Fidel.

Se vuoi leggerlo tutto, acquista il numero in pdf per soli 3 euro.

Scrivi il tuo commento
@

Oppure usa i tuo profili social per commentare

GRAZIE

banner fest sidebarbanner fest unicredit

La voce
dei Lettori

eastwest risponderà ogni settimana ai commenti sui social e alle domande inviate dai lettori. Potete far pervenire la vostra domanda usando il tasto qui sotto. Per essere pubblicati, i contributi devono essere firmati con nome, cognome e città Invia la tua domanda ad eastwest

GUALA
GUALA