I globetrotter del commercio

Se l’anima della globalizzazione è digitale, il corpo sono i giganteschi container, le “scatole di metallo” inventate negli anni Trenta e messe in opera negli anni Cinquanta sulle grandi ed efficienti navi merci che hanno rivoluzionato gli scambi internazionali accelerando il processo di industrializzazione di economie all’epoca marginali, come quella cinese… Una ricerca svedese stima che l’uso dei container ha significato un aumento del 320% degli scambi tra paesi, in un arco di tempo di 5 anni, e del 790% in un periodo di 20 anni. 

Il porto di Amburgo sul fiume Elba è il principale porto tedesco e il terzo europeo dopo Rotterdam e Anversa. Grazie alla sua posizione strategica ogni anno migliaia di navi caricano e scaricano merce da tutto il mondo. Il porto è uno dei più grandi datori di lavoro d'Amburgo con 100.000 persone che vivono del commercio sul mare. MICHAEL LANGE/LAIF/CONTRASTO

I container sono stati inventati da un magnate del trasporto merci americano, Malcom McLean. La prima nave cargo carica di 58 container salpò il 26 aprile 1956 dal Porto di Newark . Da allora i container hanno conquistato il mondo: dal 1966 al 1983 la percentuale di paesi che li usavano è salita dall’1 al 90%. JÖRG MODROW/CHRISTIAN O. BRUCH/LAIF/CONTRASTO LAIF/CONTRASTOI container sono stati inventati da un magnate del trasporto merci americano, Malcom McLean. La prima nave cargo carica di 58 container salpò il 26 aprile 1956 dal Porto di Newark . Da allora i container hanno conquistato il mondo: dal 1966 al 1983 la percentuale di paesi che li usavano è salita dall’1 al 90%. JÖRG MODROW/CHRISTIAN O. BRUCH/LAIF/CONTRASTO LAIF/CONTRASTO

Stati Uniti e Cina si contendono il primato del numero di porti che movimentano il traffico più consistente di container al mondo: la Cina ne ha 16, gli Usa 15. I primi dieci porti del mondo (ad eccezione di Dubai) sono tutti in Oriente e quasi tutti cinesi (7 su 10). Sul podio c’è Shanghai, il primo porto europeo in classifica è Rotterdam, all'11esimo posto, Amburgo è invece al 15esimo. CHRISTIAN O. BRUCH/LAIF/CONTRASTOStati Uniti e Cina si contendono il primato del numero di porti che movimentano il traffico più consistente di container al mondo: la Cina ne ha 16, gli Usa 15. I primi dieci porti del mondo (ad eccezione di Dubai) sono tutti in Oriente e quasi tutti cinesi (7 su 10). Sul podio c’è Shanghai, il primo porto europeo in classifica è Rotterdam, all'11esimo posto, Amburgo è invece al 15esimo. CHRISTIAN O. BRUCH/LAIF/CONTRASTO

THORSTEN FUTH / LAIF/CONTRASTOTHORSTEN FUTH / LAIF/CONTRASTO

Una delle navi più grandi del mondo, la CsCL Globe, attraccata in porto. La nave, di proprietà cinese, ha lasciato Shanghai per il suo viaggio inaugurale l’8 dicembre. Il portacontainer costruito in Corea del Sud da Hyundai Heavy Industries misura 400 metri e può trasportare 19mila container. REUTERS/CONTRASTO/TOBY MELVILLEUna delle navi più grandi del mondo, la CsCL Globe, attraccata in porto. La nave, di proprietà cinese, ha lasciato Shanghai per il suo viaggio inaugurale l’8 dicembre. Il portacontainer costruito in Corea del Sud da Hyundai Heavy Industries misura 400 metri e può trasportare 19mila container. REUTERS/CONTRASTO/TOBY MELVILLE

Scrivi il tuo commento
@

Oppure usa i tuo profili social per commentare

GRAZIE

banner fest sidebarbanner fest unicredit

La voce
dei Lettori

eastwest risponderà ogni settimana ai commenti sui social e alle domande inviate dai lettori. Potete far pervenire la vostra domanda usando il tasto qui sotto. Per essere pubblicati, i contributi devono essere firmati con nome, cognome e città Invia la tua domanda ad eastwest

GUALA
GUALA