Il nuovo Fondo asiatico

Si chiama AIIB ed è un efficace connubio di diplomazia e liquidità cinesi.

Il Nepal ha davvero bisogno di soldi. Un devastante terremoto lo scorso aprile ha colpito il piccolo Paese asiatico, uccidendo più di 7.000 persone, devastando edifici e infrastrutture.

Subito le grandi organizzazioni internazionali, il Fondo monetario internazionale, la Banca mondiale e la Asian Development Bank (ADB) si dicono disponibili a contribuire alla ricostruzione. Ma il Nepal chiede esplicitamente aiuto solo a una: la Asian Infrastructure Investment Bank, o AIIB.

La AIIB è una nuova organizzazione multilaterale, votata allo sviluppo di infrastrutture, nata pochi mesi fa su iniziativa della Cina. Stanca della scarsa considerazione da parte delle altre istituzioni internazionali, da sempre a guida statunitense, la Cina ne costruisce una propria. Alla fondazione, avvenuta lo scorso ottobre, partecipano 21 paesi dell’Asia. Successivamente, anche il resto del mondo viene invitato. 

Se vuoi leggerlo tutto, acquista il numero in pdf per soli 3 euro.

Scrivi il tuo commento
@

Oppure usa i tuo profili social per commentare

GRAZIE

GUALA
GUALA