eastwest challenge banner leaderboard

Una bomba di nome Kadyrov

Il Presidente ceceno non è più un favorito di Putin e ai servizi russi viene voglia di guerra.

Ramzan Kadyrov non è più il pupillo di Vladimir Putin.

Tra il Presidente della Cecenia e quello della Federazione russa non c’è più il feeling di una volta, quando i due si scambiavano complimenti e salamelecchi sui social network e sui media nazionali. La crisi ucraina e quella del rublo stanno mettendo in allarme il capo del Cremlino, che da sempre preferisce azzittire le voci critiche all’internodel suo sistema di potere e che adesso più che mai ha bisogno di solidi alleati al suo fianco. Kadyrov lo sarebbe, se la smettesse di litigare con i servizi segreti della Federazione (Fsb).

Invece gli agenti dell’intelligence putiniana sono sul piede di guerra, per le continue provocazioni che sono costretti a subire da parte del Presidente della Cecenia. Kadyrov, infatti, gestisce la “sua” repubblica come gli pare e piace, proclamandosi del tutto autonomo dai servizi di sicurezza federali, e il Fsb è talmente frustrato di non poter intervenire direttamente a Grozny che in questa primavera si è addirittura vociferato di un golpe dei servizi contro Putin, reo di sostenere il suo alleato caucasico. 

Se vuoi leggerlo tutto, acquista il numero in pdf per soli 3 euro.

Scrivi il tuo commento
@

Oppure usa i tuo profili social per commentare

GRAZIE

La voce
dei Lettori

eastwest risponderà ogni settimana ai commenti sui social e alle domande inviate dai lettori. Potete far pervenire la vostra domanda usando il tasto qui sotto. Per essere pubblicati, i contributi devono essere firmati con nome, cognome e città Invia la tua domanda ad eastwest

GUALA