eastwest challenge banner leaderboard

Sognando Singapore

Il piccolo Stato si prepara a diventare una “Dubai africana” grazie agli investimenti cinesi.

La repubblica di Gibuti è un piccolo Stato di quasi 900 mila abitanti considerato da decenni dalle potenze straniere un remoto avamposto militare affacciato sullo strategico Golfo di Aden. La nazione africana ospita, infatti, l’ex base della Legione straniera francese di Camp Lemonnier, ceduta nel 2002 agli Stati Uniti, e poi da questi trasformata in una piattaforma decisiva nella guerra contro i gruppi terroristici di matrice islamica sorti in tutta l’Africa sub-sahariana.

Oltre alle operazioni militari statunitensi contro le organizzazioni islamiste militanti, negli ultimi 14 anni, l’ex Somalia francese ha aumentato il suo peso strategico in Gibuti anche in relazione all’intensificarsi della minaccia della pirateria somala al traffico mercantile.

Per questo, a Gibuti sono ora presenti circa 10 mila militari stranieri, in maggioranza francesi e americani, impegnati nella flotta internazionale anti-pirateria. Senza dimenticare, che a meno di 10 km dal confine con il Somaliland, è presente anche una base militare italiana.

Se vuoi leggerlo tutto, acquista il numero in pdf per soli 3 euro.

Scrivi il tuo commento
@

La voce
dei Lettori

Eastwest risponderà ogni settimana ai commenti sui social e alle domande inviate dai lettori. Potete far pervenire la vostra domanda usando il tasto qui sotto. Per essere pubblicati, i contributi devono essere firmati con nome, cognome e città. Invia la tua domanda a eastwest

GUALA