Conflitti congelati e revanscismo russo

Moldova, Abkhazia e Ossezia, Nagorno-Karabakh, Trasdnistria. Sono tutte aree di crisi in cui si avverte, pesante, la mano del Cremlino. Che sembra incapace di stabilire normali relazioni politiche ed economiche con i Paesi confinanti che aspirano alla democrazia. Così la televisione di Mosca se la prende con l’Unione Europea scatenando una violenta e aggressiva campagna mediatica.

 

Oppure usa i tuo profili social per commentare

GRAZIE

GUALA
GUALA