eastwest challenge banner leaderboard

La fine del miracolo economico

Un’economia che ha galoppato per anni ora frena, vittima del brusco calo delle commodity, che esporta in enormi quantità. Corruzione e interessi di pochi restano problemi irrisolti.

La strada sembrava tracciata: il Paese più popoloso del Sud- Est asiatico, ricco di risorse e pieno di potenziale, finalmente sulla via di uno sviluppo sostenuto che per troppo tempo aveva rimandato. L’elezione dell’“uomo della gente” Joko Widodo, il primo Presidente non proveniente dall’aristocrazia militare, aveva dato speranza a gran parte dei 250 milioni di abitanti dell’arcipelago. Ma neanche un anno e mezzo dopo, l’economia indonesiana pare inceppata. Cresce ai livelli più bassi dal 2009, non crea posti di lavoro, e presenta troppi squilibri. La luna di miele di Widodo è già finita.

Da marzo a settembre dell’anno scorso, il Pil è cresciuto del 4,7%: cifre che farebbero felici economie già sviluppate, ma non sufficienti per un paese dal Pil pro capite di 3.500 dollari, contro i 10.500 della vicina Malaysia o i 5.500 della Thailandia. In campagna elettorale, Widodo aveva promesso il 7%. E gli economisti stimano al 6% il tasso di crescita necessario per creare posti di lavoro in un paese dalle disuguaglianze enormi, dove il 40% della popolazione vive con meno di due dollari al giorno. Tali deludenti numeri hanno anche cause esterne. L’inevitabile rallentamento del boom cinese significa che il Dragone ha meno fame di risorse naturali, e le commodities sono una parte fondamentale dell’economia indonesiana, rappresentando circa il 40% delle esportazioni. La crisi ha portato a un calo della produzione, e quindi a licenziamenti di massa, 400mila solo nel settore del carbone. A ottobre, lavoratori che hanno perso l’impiego hanno manifestato sotto il palazzo presidenziale, chiedendo le dimissioni di Widodo. Meno lavoro nelle commodities significa anche un’attesa ricaduta sui consumi interni, un’altra fetta importante del Pil. Le vendite di motorini, onnipresenti in Indonesia, sono calate del 20% l’an no scorso: da lì arriveranno altri tagli alla produzione e ai posti di lavoro.

Se vuoi leggerlo tutto, acquista il numero in pdf per soli 3 euro.

ARTICOLI CORRELATI

Scrivi il tuo commento
@

Oppure usa i tuo profili social per commentare

GRAZIE

La voce
dei Lettori

eastwest risponderà ogni settimana ai commenti sui social e alle domande inviate dai lettori. Potete far pervenire la vostra domanda usando il tasto qui sotto. Per essere pubblicati, i contributi devono essere firmati con nome, cognome e città Invia la tua domanda ad eastwest

GUALA