Taccuino da Bruxelles

ORIGINE - Etichettatura obbligatoria per i prodotti dei Territori occupati  L’11 novembre la Commissione europea ha pubblicato le linee guida sull’etichettatura dei prodotti provenienti dai Territori palestinesi occupati. D’ora in poi il vino, la frutta e la verdura e i cosmetici prodotti nella Cisgiordania occupata dovranno recare la menzione “prodotto nella colonia israeliana di...” o simile, spiega EUobserver.

Per gli altri beni prodotti nelle colonie, come gli alimenti preparati e la maggior parte dei manufatti industriali l’etichettatura è volontaria, ma i rivenditori non potranno dare indicazioni ambigue, come “prodotto in Israele”. Gli Stati membri sono incaricati di sanzionare i rivenditori che non si conformassero e la Commissione può avviare “procedure di violazione” verso i paesi che non metteranno in atto la misura.

Se vuoi leggerlo tutto, acquista il numero in pdf per soli 3 euro.

Scrivi il tuo commento
@

Oppure usa i tuo profili social per commentare

GRAZIE

banner fest sidebarbanner fest unicredit

La voce
dei Lettori

eastwest risponderà ogni settimana ai commenti sui social e alle domande inviate dai lettori. Potete far pervenire la vostra domanda usando il tasto qui sotto. Per essere pubblicati, i contributi devono essere firmati con nome, cognome e città Invia la tua domanda ad eastwest

GUALA
GUALA