La Repubblica di Afrodite

Il negoziato di gennaio è andato a buon fine: Anastasiadīs e Akıncı sono fiduciosi in una riunificazione che richiede più che mai il sostegno della comunità internazionale.

Al World Economic Forum di Davos lo scorso gennaio hanno annunciato, a fianco del Segretario Generale delle Nazioni Unite Ban Ki-moon, la loro “decisa volontà” di procedere alla riunificazione di Cipro, dopo più di mezzo secolo di divisione. Protagonisti di questa storica apertura i rappresentanti delle due comunità dell’isola: i greco-ciprioti (82% della popolazione) e i turco- ciprioti (18%). A capo dei primi, il Presidente di Cipro Nicos Anastasiades, per i secondi il leader della comunità Mustafa Akinci.

Per Anastasiades ci sono i presupposti per arrivare a una soluzione entro l’anno, a condizione che i capitoli del negoziato siano concordati “in maniera chiara e soddisfacente per tutti”. Per Akinci, ci troviamo di fronte “all’ultima, con ogni probabilità, occasione per riunificare l’isola e non possiamo permetterci di perderla”.

Se vuoi leggerlo tutto, acquista il numero in pdf per soli 3 euro.

Scrivi il tuo commento
@

Oppure usa i tuo profili social per commentare

GRAZIE

GUALA
GUALA