Si chiama Ding Xuedong ed è a capo del China Investment Corporation, il fondo sovrano di Pechino creato nel 2007 e destinato, a detta degli analisti cinesi, a diventare in poco tempo il più grande del mondo. Fino al 2013 il viceministro per le Finanze, Ding, ha preso il posto al vertice del Cic occupato da Lou Jiwei, oggi ministro delle Finanze. Il cambio al vertice simboleggiava, all’epoca, un cambiamento di gestione tra due generazioni diverse di manager di alto profilo. “Lou ha fatto grandi cambiamenti in termini di trasformazione della direzione e di allocazione degli investimenti”, aveva commentato all’epoca all’agenzia Bloomberg, un analista di fondi d’investimento di Shanghai. “Compito del nuovo capo, sarà quello, ora, di realizzare profitti dai cambiamenti fatti”.

 

Per continuare a leggere, acquista il pdf del numero.
Per abbonarti, visita la nostra pagina abbonamenti.