Il senso di alienazione propagatosi al volgere del secolo all’interno di società sempre più individualiste e internazionali ha dato vita a un fenomeno che sta investendo porzioni crescenti della collettività. Benché non siano gli unici ad essere interessati da questo fenomeno, i partiti e i gruppi populisti e nazionalisti che stanno prendendo piede un po’ dappertutto sembrano averne tratto i maggiori vantaggi. In alcuni casi si è assistito all’ascesa di partiti di destra minori ma ben radicati, quali lo Ukip nel Regno Unito, il Front National in Francia, il FPÖ in Austria o il Partito per la Libertà (PVV) di Geert Wilders nei Paesi Bassi. Altrove questi sviluppi sono passati pressoché inosservati, come nel caso degli schieramenti anti-Ue in Scandinavia.

Per continuare a leggere, acquista il pdf del numero.
Per abbonarti, visita la nostra pagina abbonamenti.