Gli anni del confronto bipolare, quelli che vengono ancora coralmente e apertamente rimpianti nei corridoi del Quartier generale Nato di Bruxelles come “i buoni vecchi tempi di prima della caduta del Muro di Berlino”, hanno in fondo garantito a buona parte del mondo più di quattro decenni di relativa stabilità e sicurezza. Anni in cui gli Usa da un lato e l’Urss dall’altro si affannavano, circondati da nuvole di paesi satelliti, a mantenere in equilibrio i piatti della bilancia del terrore.

Per continuare a leggere, acquista il pdf del numero.
Per abbonarti, visita la nostra pagina abbonamenti.