Secondo il governo di Ottawa è il “nuovo standard d’eccellenza per gli accordi commerciali del XXI secolo”. Per la Commissione europea “recherà vantaggi sia alle persone, sia alle imprese grandi o piccole”. Per attivisti su entrambe le sponde dell’Atlantico, e opinionisti come il britannico George Monbiot, rappresenta una minaccia alla democrazia parlamentare e alle “leggi che ci proteggono dallo sfruttamento”.

Per continuare a leggere, acquista il pdf del numero.
Per abbonarti, visita la nostra pagina abbonamenti.