Anni di conflitti e instabilità pesano sull’economia libica. Al calo della produzione di petrolio, principale fonte di entrate che ha rasentato il crollo nel 2016, sono subentrate la crisi di liquidità, l’inflazione e l’interruzione delle forniture elettriche e alimentari. Oggi il Paese in cui l’Onu tenta da tempo di instaurare un governo di unità nazionale, conteso da due governi rivali e straziato dalle lotte intestine, sta cercando di rilanciare la produzione di petrolio.

Per continuare a leggere, acquista il pdf del numero.

Per abbonarti, visita la nostra pagina abbonamenti.