I curdi, la più numerosa etnia nel mondo senza un proprio Stato, saranno presto ricompensati per il loro coraggio con la creazione dello stato del Kurdistan quando l'Iraq crollerà. Suona familiare? Questo è più o meno quanto il governo provvisorio curdo di Erbil promette da 15 anni. Ma l'intero progetto di un Kurdistan indipendente è in dubbio, e uno dei più dinamici partiti politici curdi in Iraq (Goran) è contro di esso.

Per continuare a leggere, acquista il pdf del numero.

Per abbonarti, visita la nostra pagina abbonamenti.