Il terrorismo jihadista è entrato negli incubi dell’Occidente 15 anni fa, quando Al Qaeda sbalordì il mondo distruggendo le Torri Gemelle e attaccando il Pentagono. Fino a quel momento il fanatismo islamico – la cui stessa definizione aprirebbe un discorso complesso - aveva insanguinato altri Paesi, talvolta colpendo obiettivi occidentali, come negli attentati alle ambasciate Usa in Kenya e Tanzania nel 1998, ma spesso inserendosi nel contesto di faide locali vecchie di decenni o più. Attacchi islamisti in territorio occidentale, salvo casi sporadici come quello di New York del 1993, non ce n’erano ancora quasi stati.

Per continuare a leggere, acquista il pdf del numero.

Per abbonarti, visita la nostra pagina abbonamenti.