Le peripezie della politica austriaca nel 2016 hanno rischiato di infangare la reputazione della Seconda repubblica. La prospettiva di una vittoria presidenziale del candidato di estrema destra Norbert Hofer sembrava confermare lo stereotipo di una società tendente al populismo e alla xenofobia. Per via di irregolarità emerse durante il primo turno sono state indette nuove elezioni e poi rimandate.

Per continuare a leggere, acquista il pdf del numero.

Per abbonarti, visita la nostra pagina abbonamenti.