Quando ho visto quest’uomo dall’aspetto dimesso, fisicamente affaticato, l’incedere incerto, ho avuto qualche dubbio – lo ammetto – sulla sua capacità di essere ancora protagonista dell’attualità politica. La perplessità è durata però pochissimo: non ci ha messo molto, questo anziano signore, a impressionarmi con la sua personalità ieratica di uomo saggio ma al tempo stesso con idee nette. Ero davanti a un destiny maker, senza dubbio.

Per continuare a leggere, acquista il pdf del numero.

Per abbonarti, visita la nostra pagina abbonamenti.