Lo sviluppo della cosiddetta Françafrique, il sistema che dal tempo di De Gaulle interpreta le relazioni tra Parigi e le sue ex colonie in Africa, è legato alla figura di Jacques Foccart, che per quasi quattro decenni ha plasmato gli assetti politici del continente e ha fatto da cerniera nel costruire relazioni personalistiche, fuori dai canali ufficiali, tra i presidenti francesi e quelli africani in uno stretto rapporto di stampo neocoloniale.

Monsieur Afrique, come venne sopranominato Foccart, ha esercitato questo ruolo come Segretario dell’Eliseo agli Affari africani e malgasci dal 1960 al 1974. Poi, nel 1986 è stato nominato Consigliere personale per l’Africa dell’allora primo ministro Jacques Chirac. Incarico che conserverà anche quando, nel 1995, l’ex sindaco di Parigi sarà eletto presidente. 

Per continuare a leggere, acquista il pdf del numero.

Per abbonarti, visita la nostra pagina abbonamenti.