I Millennials dei Balcani sono ancora intossicati dal caos degli anni Novanta, quando l’ex Jugoslavia e tutti i suoi vicini europei sono stati protagonisti e colpevoli di un’ondata irrazionale collettiva che fa impallidire i fantasiosi Hunger Games e simili racconti sull’horror sociale. Territorio europeo a tutti gli effetti, sottoposto ed esposto a molteplici forze centripete, riuscirà a trovar pace – e rimarginare le ferite –nella più ampia Unione europea? Questa è la speranza e la rotta della maggioranza della popolazione di Serbia, Bosnia-Erzegovina, Montenegro, Macedonia… identità risvegliate e implacabili come dinosauri mai del tutto sopiti dal tempo, dovrebbero trasformare il loro nazionalismo etnico per superare le controversie interne e costruire un impianto più complesso e polimorfo… la Gran Federazione d’Europa?

Per continuare a leggere, acquista il pdf del numero.

Per abbonarti, visita la nostra pagina abbonamenti.