L’elezione di Emmanuel Macron alla presidenza della Repubblica francese è il segno che un vento nuovo soffia sul continente. Il nuovo Presidente ha in effetti saputo dimostrare che è possibile vincere con un programma elettorale positivo, mirato sul rilancio dell’Europa e la fiducia nei partners, contrariamente a quanto gli è stato ripetuto fin dagli albori del movimento En Marche! Il populismo negativo, volto alla distruzione dell’euro o all’uscita dall’Unione Europea, non è, dunque, una fatalità. Una nuova Francia dà così inizio a un’era politica di cambiamento; una Francia fiera di essere Europea, e, forte di questa identità, aperta sul mondo, con lo stesso orgoglio di un Presidente della Repubblica che arriva al Louvre accompagnato dalle note dell’Inno alla Gioia.

Per continuare a leggere, acquista il pdf del numero.

Per abbonarti, visita la nostra pagina abbonamenti.