Il 9 maggio 2017, giorno di festa dell’Europa, il candidato alla cancelleria tedesca Martin Schulz era a Verdun, sul terreno dove 101 anni fa si uccisero a vicenda 300 mila soldati tedeschi e francesi. La visita di Schulz era stata organizzata quando era ancora Presidente del Parlamento Europeo, ma ha assunto un significato ancora più profondo ora che il segretario dei socialdemocratici vuole provare a spodestare Angela Merkel, la donna che il Foreign Policy ha ribattezzato “The forever Canchellor”.


LEGGI ANCHE : La mini-Merkel dovrà portare a destra una Cdu mai così spaccata


Per continuare a leggere, acquista il pdf del numero.

Per abbonarti, visita la nostra pagina abbonamenti.