La Premier britannica Theresa May ha indetto elezioni generali anticipate nella speranza di allargare la propria maggioranza e avere mano libera nei negoziati per la Brexit, ma ha finito per incassare una bruciante sconfitta. L’esito delle elezioni ha sprofondato il Regno Unito nell’incertezza politica, eppure non sembra che questo caos possa portare a un ripensamento della Brexit. Il Partito Conservatore della May vuole l’uscita dal Mercato unico e dall’Unione doganale dell’UE, mentre la principale forza di opposizione, il Partito Laburista, intende porre fine alla libera circolazione delle persone all’interno dell’UE, il che precluderebbe l’appartenenza al Mercato unico.

Per continuare a leggere, acquista il pdf del numero.

Per abbonarti, visita la nostra pagina abbonamenti.