“Buona fortuna!” sono state le ultime parole del presidente uscente consegnando l’Eliseo a Emmanuel Macron – e al neopresidente occorrerà della fortuna per ricomporre una Francia che si presenta frammentata e disorientata sul processo storico che l’ha portata fin qui e su chi sono oggi i francesi.


LEGGI ANCHE : In Burundi il presidente Nkurunziza si regala il potere (divino) a vita


Il voto ha rivelato con chiarezza le faglie sociali che attraversano l’elettorato. Riassumendo, un gruppo ha votato convinto che il futuro sarà migliore ed è composto prevalentemente da donne, giovani attivi, professionisti e quadri intermedi, ha fatto studi superiori e vive nelle medie-grandi città. È quello che ha votato per En Marche!

Per continuare a leggere, acquista il pdf del numero.

Per abbonarti, visita la nostra pagina abbonamenti.