Non si apprezza ciò che si ha finchè non lo si perde, recita il celebre adagio. Ed è proprio ciò che sta accadendo agli europei residenti in Gran Bretagna e ai britannici nel resto d’Europa. Dopo il referendum che ha deciso l’uscita del Regno Unito dall’Unione europea, i loro diritti sono messi in questione.


LEGGI ANCHE : Brexit, May è sopravvissuta ma non ha più carte da giocare


Nel dibattito distorto che ha preceduto il voto sulla Brexit, lo scorso anno, nessuno ha mai parlato dei diritti conferiti dalla cittadinanza europea. “Non vi preoccupate, niente cambierà per voi,” dicevano tutti agli espatriati sulle due sponde della Manica.

Per continuare a leggere, acquista il pdf del numero.

Per abbonarti, visita la nostra pagina abbonamenti.