La capacità di attribuire attacchi informatici a un singolo individuo, gruppo o Stato sta diventando una questione cruciale per la politica estera e di sicurezza su entrambe le sponde dell’Atlantico.


LEGGI ANCHE : Così Cambridge Analytica spiegava i segreti del successo di Trump


L’attacco informatico ai server del Comitato nazionale democratico e l’acceso dibattito sorto intorno all’ingerenza della Russia nelle elezioni presidenziali del 2016 stanno ancora creando scompiglio a Washington. Recentemente il Congresso ha approvato un disegno di legge che impone nuove sanzioni contro Mosca per aver minato la cibersicurezza degli Usa. Mentre i servizi d’intelligence americani puntano il dito sul Cremlino, Trump continua a tergiversare.

Per continuare a leggere, acquista il pdf del numero.

Per abbonarti, visita la nostra pagina abbonamenti.