La Cina sta collaudando il ruolo di “responsible stakeholder” caldeggiato dagli Stati Uniti nel 2005, quando, per ironia della storia, il vice segretario di Stato Robert Zoellick individuò nell’impegno per la riduzione dei gas serra e la diffusione di tecnologie atte a rallentare il cambiamento climatico, uno dei campi in cui la Cina avrebbe dovuto mostrarsi “attore responsabile” sullo scenario internazionale.


LEGGI ANCHE : La muraglia cinese contro i rifugiati


Per continuare a leggere, acquista il pdf del numero.

Per abbonarti, visita la nostra pagina abbonamenti.