All’inizio dello scorso novembre appariva impossibile che Robert Gabriel Mugabe, il capo di stato più longevo del mondo, lasciasse il potere, esautorato in maniera relativamente indolore dal suo esercito e dagli ex combattenti della guerra di liberazione, offrendo allo Zimbabwe la possibilità di voltare pagina dopo 37 anni.


LEGGI ANCHE : In Zimbabwe torna lo spauracchio della dittatura


Per continuare a leggere, acquista il pdf del numero.

Per abbonarti, visita la nostra pagina abbonamenti.