Il secondo anno dell’era Trump inizia con la svolta nucleare. Otto anni dopo l’ultima Nuclear Posture Review, assistiamo a un netto cambiamento nella politica di sicurezza americana. Il nucleare diventa una delle principali leve della forza militare nelle mani del Presidente, con un ruolo che va ben al di là del concetto di deterrenza e rischia di spingere il mondo verso una nuova corsa agli armamenti. A metà fra il documento programmatico e una dichiarazione di indirizzo politico, la Nuclear Posture Review2018 contiene tutti gli elementi chiave per capire perché il nucleare sia di nuovo al centro della politica militare, come cambieranno priorità e tecnologie, quali saranno gli effetti oltre i confini statunitensi. Si tratta di una svolta storica per almeno due motivi: scompare l’enfasi sulla riduzione degli armamenti dagli obiettivi della politica di sicurezza degli Stati Uniti e si avverte una presa di posizione ostile nei confronti delle altre superpotenze.

Per continuare a leggere, acquista il pdf del numero.

Per abbonarti, visita la nostra pagina abbonamenti.