L’introduzione di nuove testate a bassa potenza su missili balistici imbarcati su sottomarini stabilita nella nuova Revisione della posizione nucleare (NPR) statunitense ha creato scalpore sia negli Usa che all’estero.

In una lettera al Presidente Trump 16 senatori democratici hanno espresso il timore che la NPR faccia “aumentare il rischio di una corsa agli armamenti e dello scoppio di un conflitto nucleare”. Il Ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov ha definito la NPR “ostile” e “anti-Russia”, mentre il Ministero della Difesa Nazionale cinese ha sollecitato gli Usa ad “abbandonare la mentalità da Guerra Fredda” e ad “assumersi la propria responsabilità speciale e prioritaria per il disarmo nucleare”.

Ma la strategia nucleare statunitense è davvero così allarmante?

Per continuare a leggere, acquista il pdf del numero.

Per abbonarti, visita la nostra pagina abbonamenti.