Correva il luglio 2015. Ed Emmanuel Macron era il ministro dell’Economia: nessuno, ma proprio nessuno pensava a lui come al prossimo Presidente della Repubblica.  ‘Nella nostra politica c’è un grande assente. Ed è la figura del re, di cui penso che il popolo francese non abbia mai voluto la morte’. A dirlo fu proprio lui, al settimanale Le 1 Hebdo. E la dichiarazione cadde più o meno nel vuoto. Ma quelle parole, rilette ora che il giovane Presidente, al di là dei sorrisi e delle buone maniere, mette in avanti il suo ruolo di leader forte, sostenuto dalle istituzioni ‘monarchiche’ della Quinta Repubblica, assumono il loro giusto significato. Vive le Roi!

Per continuare a leggere, acquista il pdf del numero.

Per abbonarti, visita la nostra pagina abbonamenti.