spot_img

Eastwest Forum 2017


PROGRAMMA PROTAGONISTI TEMI OPPORTUNITÀ ARCHIVIO INFORMAZIONI LOCATION

Pubblichiamo i nomi dei vincitori del Concorso Eastwest Forum 2017 Le Sfide Digitali: Maud Barret, per la borsa di Studio Universitaria Luigi Sgambato, per la borsa di studio per la iOS Developer Academy Mariachiara Boldrini, per lo stage ECFR Andrea Ruggiero, per lo stage Value Transformation System – IBM Francesco Aperuta, per lo stage CAPGEMINI Fiorella Spizzuoco, per lo stage Eastwest Magazine e Eastwest.eu Per i vincitori degli stage: In caso di rinuncia, il premio passa al classificato successivo. Eastwest Forum, conferenza internazionale sulle SFIDE DIGITALI organizzata da Eastwest, la rivista europea di geopolitica. I TEMI Quest’anno Eastwest Forum intende dare un contributo al dibattito europeo e internazionale sulle opportunità offerte dalla digitalizzazione e il suo potenziale impatto sull’organizzazione del mondo del lavoro e sugli assetti della nostra società. Esperti del settore, filosofi, imprenditori, sociologi parteciperanno a un dibattito aperto e approfondito su scenari abbaglianti e inquietanti.
Scopri qui i temi che affronteremo nei diversi momenti di dibattito.
GLI APPROFONDIMENTI
L'argomento che affrontiamo quest'anno è molto ampio e complesso, per questo abbiamo deciso di pubblicare alcuni articoli che aiutino a comprendere meglio di cosa stiamo parlando.
Seguendo questo link è possibile leggere tutti gli approfondimenti pubblicati.
LE OPPORTUNITÀ
La rivista Eastwest e la Casa Editrice Europeye vogliono premiare la partecipazione degli studenti mettendo in palio borse di studio e stage per gli studenti che saranno presenti all’Eastwest Forum il 12 luglio e formuleranno le migliori domande ai panelist. Scopri qui quali sono le opportunità che offriamo.

8.00
8.30

Registration – Welcome Coffee

8.30

Gaetano Manfredi
Rector, University of Naples Federico II
Vicenzo De Luca
President, Campania Region

9.00

OPENING SPEECH
Roberto Viola
Director General of DG Connect, European Commission 

9.30

FIRST PANEL
“Access to the Internet as a Human Right”



Moderator:
Myrta Merlino
 Journalist, La7 TV

Speakers:
Byung Chul Han Author, cultural theorist, and professor at University of the Arts, Berlin
Josef Janning Director, European Council on Foreign Relations, Berlin

Debate Introduced by:
Romano Prodi,
Former President, European Commission
Stefano Seosanto: Digital Policy Fellow, European Council on Foreign Relations

10.50

SECOND PANEL
“Algorithms and Democracy”



Moderator:
Myrta Merlino
 Journalist, La7 TV

Speakers:
Stephen Brobst 
CTO, Teradata Corporation
Francesca Rossi Professor, University of Padova & Research Scientist, IBM Research Center

Debate Introduced by:
Francesco Boccia,
 President, Budget Committee, Italian House of Deputies
Pere W. Brown, Head of Clients Projects, Cambridge Analytica

12.15

THIRD PANEL
“Digitalization: New Business Models and Human Capital”



Moderator:
Myrta Merlino
 Journalist, La7 TV

Speakers:
Carlo Alberto Carnevale Professor, Management and Technology Department, Bocconi University School of Management
Ignazio Rocco di Torrepadula CEO, Credimi SpA

Debate Introduced by:
Mario Nava,
Director, Financial Services and Capital Markets Union, European Commission
Reuben Abraham, CEO and Senior Fellow IDFC Institute, Mumbai
Rosanna RomanoDirector Tourism and Culture Campania region

13.30

WRAP-UP
Giuseppe Scognamiglio Editor-in-Chief, Eastwest
Interviews
Carl Bildt, Former Swedish Prime Minister

Buffet Lunch will follow

The Forum will be held in English, Italian and German with simultaneous translation.



Conosci i protagonisti che interverranno al Eastwest Forum 2017

SALUTI DI BENVENUTO

Gaetano Manfredi

Rettore, Università Federico II

Laurea in Ingegneria con lode presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II nel 1988 e dottorato di Ricerca in Ingegneria nel 1993...

CV PDF

Vincenzo De Luca

Presidente, Regione Campania

INTRODUZIONE

Roberto Viola

Direttore Generale DG Connect, Commissione Europea

MODERATRICE

Myrta Merlino

Giornalista di La7

Dopo la laurea con lode in Scienze Politiche e un'esperienza presso la Comunità europea, collabora con "Il Mattino" e "Panorama"...

CV PDF

PRIMO PANEL

Byung Chul Han

Scrittore, filosofo della Cultura, professore all’Università delle Arti, Berlino

Filosofo e teorico della Cultura, insegna all’Università delle Arti di Berlino. Nato a Seul che ha lasciato a 18 anni. Personaggio che si concede pochissimo, dalla biografia eccentrica e anticonvenzionale.

CV PDF

Josef Janning

Direttore, European Council on Foreign Relations, Berlino

Josef Janning è uno studioso di politica e consulente, nonché Senior Policy e Capo dell'ufficio di Berlino del European Council on Foreign Relations (ECFR)...

CV PDF

Romani Prodi

Già Presidente, Commissione Europea

Già Presidente della Commissione Europea

Romano Prodi è nato a Scandiano (Reggio Emilia) nel 1939. È sposato con Flavia Franzoni e ha due figli, Giorgio e Antonio...

CV PDF

Stefan Soesanto

Digital Policy Fellow, European Council on Foreign Relations

Stefan Soesanto è diventato membro di ECFR come Fellow per le politiche digitali a metà del 2016. Prima di ECFR, era stato Assistente Ricercatore a RAND, l'ufficio di Bruxelles specializzato in questioni di cyber-sicurezza e difesa...

CV PDF

SECONDO PANEL

Stephen Brobst

CTO, Teradata Corporation

Stephen Brobst è Chief Technology Officer di Teradata Corporation. Laureato al Massachusetts Institute of Technology con una tesi dedicata al bilanciamento del carico e all’allocazione delle risorse nelle architetture per il calcolo parallelo, ha ottenuto un MBA congiuntamente dalla Harvard Business School e dalla MIT Sloan School of Management...

CV PDF

Francesca Rossi

Professore, Università di Padova & Research Scientist, IBM Research Center

Francesca Rossi e’ un ricercatore al centro di ricerca IBM T.J. Watson, e professore di informatica all’università’ di Padova, Italy, attualmente in aspettativa...

CV PDF

Francesco Boccia

Presidente, Budget Committee, Italian House of Deputies

Nato nel 1968 A Bisceglie. Laureato in Scienze politiche con indirizzo economico internazionale all’Università di Bari, un master MBA alla Bocconi nel 1993-94, è stato ricercatore alla London School of Economics dal 1994 al 1998...

CV PDF

Pere W. Brown

Head of Clients Projects, Cambridge Analytica

Per Cambridge Analytics Pere gestisce il team globale di project manager, supervisionando i progetti di ricerca e fornendo consulenze sulle strategie di comunicazione. Prima di dirigere il team di project manager Pere ha gestito svariate campagne per stakeholder di alto livello sia governativi che politici in USA, Africa, Caraibi e America Latina...

CV PDF

TERZO PANEL

Carlo Alberto Carnevale

Professore, Dipartimento Management e Tecnologia, Università Bocconi, School of Management

Carlo Alberto Carnevale Maffè è docente di Strategia presso la Scuola di Direzione Aziendale dell’Università Bocconi, dove è stato fondatore e coordinatore del Master in Strategia Aziendale (MISA)...

CV PDF

Ignazio Rocco di Torrepadula

AD, Credimi SpA

Ignazio Rocco è fondatore e CEO di Credimi, piattaforma di digital invoice financing per il finanziamento delle Piccole e Medie Imprese italiane ed europee. Credimi vuole portare ottimismo ed energia nella vita delle PMI, rendendo il finanziamento del capitale circolante 10 volte più veloce, facile e flessibile di ogni alternativa esistente sul mercato...

CV PDF

Mario Nava

Direttore, Financial Services and Capital Markets Union, European Commission

E' attualmente Direttore per Monitoraggio del sistema finanziario e gestione delle crisi presso la Direzione Generale FISMA della Commissione Europea...

CV PDF

Reuben Abraham

CEO e Senior Fellow IDFC Institute, Mumbai

Reuben Abraham è l'AD e Senior Fellow dell'Istituto IDFC, un think/do tank (centro studi e azione) di Mumbai. È inoltre professore non residente presso il Marron Institute della New York University...

CV PDF

Rosanna Romano

Direzione Turismo e Cultura Regione Campania

Rosanna Romano, nata nel 1965, laureata in Scienze Politiche presso l'Università degli Studi "Federico II" di Napoli, ha iniziato il percorso professionale come dipendente della Caritas diocesana di Napoli nel 1991...

CV PDF

WRAP-UP

Giuseppe Scognamiglio

Direttore Eastwest

52 anni, Diplomatico, Manager, Giornalista. Laureato in Legge, dal dicembre 2010 è membro del Management Board di UniCredit e Vice Presidente Esecutivo per gli Affari Istituzionali e Regolatori di Gruppo...

CV PDF

Carl Bildt

Ex Primo Ministro della Svezia

Carl Bildt è stato Primo Ministro (1991-1994) e Ministro degli Affari Esteri (2006-2014) svedese. All'inizio il suo governo ha introdotto radicali riforme economiche di stampo liberale, oltre a negoziare e firmare l'accordo con l'Unione Europea...

CV PDF



Temi

Accesso a internet come diritto umano Internet è sinonimo di rivoluzione digitale e la velocità del suo sviluppo determinerà il futuro delle nostre società. Oggi che molti paesi tendono a chiudersi in se stessi, il tema di un accesso a internet libero e globale è ancora più importante come anche la preoccupazione per i rischi di un uso distorto del mezzo. Algoritmi e Democrazia Molti i temi e gli aspetti che saranno discussi e approfonditi. Big Data e le grandi piattaforme potrebbero finire per controllare l’intero pianeta con implicazioni etiche e morali molto serie. I prodotti della robotica e dell’intelligenza artificiale stanno per entrare nella nostra vita quotidiana, la qualità degli algoritmi che li ‘animeranno’ determinerà la qualità della convivenza tra umani e umanoidi. Le grandi piattaforme tecnologiche cercano scienziati ma anche filosofi per costruire insieme il futuro mondo digitale: non solo i codici ma anche i contenuti lo renderanno abitabile o inospitale. Nuovi modelli di business e di lavoro I modelli educativi devono aggiornarsi per andare incontro alla nuova domanda del mercato del lavoro. Nuovi modelli di business possono trasformare in maggiori opportunità anche di lavoro quella che si annuncia come una rivoluzione industriale epocale. Per leggere tutti gli approfondimenti pubblicati sui temi clicca qui.

Eastwest premia la partecipazione con borse di studio e stage

La rivista Eastwest e la Casa Editrice Europeye mettono in palio borse di studio e stage per gli studenti che parteciperanno all’Eastwest Forum il 12 luglio e formuleranno le migliori domande ai panelist. Offriamo diverse opportunità: - una borsa di studio del valore di 1.500 euro riservata SOLO agli studenti delle facoltà di Ingegneria, Scienze Poltiche, Scienze della Comunicazione, Giurisprudenza, Economia; - una borsa di studio del valore di 1.500 euro riservata SOLO agli studenti dell'Academy; - uno stage in ECFR della durata di 1 settimana riservato SOLO agli studenti di Scienze Politiche e Relazioni Internazionali; - uno stage nelle redazioni di Eastwest e eastwest.eu della durata di 6 settimane aperta a tutti gli studenti universitari di qualsiasi facoltà, interessati al giornalismo e alla politica estera. - uno stage curricolare in V-TService IBM della durata di 150 ore (4 settimane) che si svolgerà fra ottobre 2017 e la fine l’anno accademico 2017/2018 - uno stage curricolare presso CAPGEMINI Italia Spa, sedi di Milano o Roma della durata di 6 mesi che si svolgerà fra ottobre 2017 e la fine l’anno accademico 2017/2018. Per tutte le opportunità sopra indicate, si richiede la registrazione al Forum che deve avvenire ENTRO L'11 LUGLIO. Per i regolamenti di partecipazione e le informazioni dettagliate, qui sotto i PDF scaricabili. Per ulteriori informazioni e contatti scrivere a ewforum@eastwest.eu

Edizioni Precedenti Eastwest Forum
Come nasce il Forum
L'East Forum (nelle prime edizioni Venice Forum) nasce dalla necessità di creare un luogo di incontro internazionale dove esplorare temi e argomenti di discussione di politica europea e dalla necessità di rafforzare il ruolo di UniCredit come attore nel dibattito internazionale.
Uno degli obiettivi del Forum è stato - in un certo numero di edizioni precedenti - contribuire al dibattito sull'integrazione dei futuri Stati membri in Europa. Gli argomenti trattati nelle scorse edizioni sono stati, tra gli altri, la politica energetica, la politica industriale, le migrazioni e gli accordi commerciali bilaterali.
2016 "The New Europe: Migrations, Integration and Security"
2015, "Global (Dis)Order: can international trade agreements revive growth?"
2014, "Growth and employment in the EU"
2013, "EU citizenship, Democratic Legitimacy and an Economic Union"
2012, "The Challenge of Economic Growth: New Approaches to Industrial Policy"
2011, "Competitive Growth for Quality Jobs"
2010, "Re-Thinking the present in order to design the future: choosing sustainability"
2009, "New Global Governance for Sustainable Growth"
2008, “Migration from a national, European and global perspective”
2007, “The European energy policy: enhancing security of supply by creating a single EU energy market?”
2006, “A new reason for Europe”
East Forum Berlin
2016 - An economic area in transition – Shaping the future between Europe and the East
2015 - Opportunities for an economic area from Lisbon to Vladivostock
2014 - Opportunities for an economic area from Lisbon to Vladivostock
2013 - Opportunities for an economic area from Lisbon to Vladivostock

Informazioni

LOCATION Polo tecnico scientifico di San Giovanni a Teduccio - Università Federico II – Via Nicolangelo Protopisani 70, Napoli COME RAGGIUNGERE IL ‘POLO TECNOLOGICO’ di San Giovanni a Teduccio Da Aeroporto Capodichino: Bus verso la Stazione Centrale Da Stazione Centrale: Metro Linea 2, scendere a San Giovanni/Barra Metrocampania, scendere a San Giovanni/Barra Circumvesuviana, scendere a San Giovanni a Teduccio Tram numeri 2 e 4, scendere a San Giovanni a Teduccio/via Protopisani Autobus numeri 157, 194, 195, scendere a San Giovanni a Teduccio/via Protopisani Filobus numeri 254, 255BR, 256BR, scendere a San Giovanni a Teduccio/via Protopisani Questo il link al sito dell'Azienda Napoletana Mobilità per ulteriori informazioni www.anm.it


Silicon Valley sbarca a Napoli: Apple apre la iOS Developer Academy


Gli edifici pericolanti, i muri coperti da graffiti o necrologi, e i filari di panni stesi da una finestra all’altra non suggeriscono che il quartiere sia un centro high tech.

San Giovanni a Teduccio, depressa periferia di Napoli appare lontana da Silicon Valley.

Eppure proprio qui – un angolo della tentacolare Napoli che non si è ancora ripreso dalla chiusura della Cirio negli anni ’80 – Tim Cook, chief executive della Apple, invita le migliori e più accese giovani menti del mondo a formarsi per diventare leader della nuova app economy.

Un corso di nove mesi offerto gratuitamente grazie a un investimento di circa 10 milioni di euro sostenuto dalla Apple e dall’Università di Napoli Federico II.

L’accademia è ospitata nello scintillante nuovo complesso di vetro e acciaio che contrasta nettamente con il resto del quartiere.

Le ampie sale aperte sono state progettate dalla Apple. Piccoli gruppi di studenti siedono a tavoli attrezzati con speciali sistemi acustici che permettono agli insegnanti di comunicare direttamente con ogni tavolo di lavoro. Tutti i corsi si tengono in inglese e sono aperti a studenti da tutto il mondo.

Il Polo tecnico scientifico di San Giovanni a Teduccio della Federico II e la riqualificazione del territorio: dalla produzione industriale alla produzione di talenti

Il Polo Universitario di San Giovanni a Teduccio nasce in un’area occupata nei primi anni del ‘900 dagli stabilimentiCirio, il consorzioitaliano specializzato nelle conserve alimentari, in particolare nel settore del pomodoro, marchio di grande rilevanza a livello europeo.

Fu fondato a Torino nel 1856 dal piemontese Francesco Cirio,che introdusse una particolare tecnica di conservazionein scatola, inventata nell’800 da Nicolas Appert. Taletecnicaevitava la deperibilità dei prodotti freschi permettendone la conservazione a lunga scadenza. Fu così chelo stabilimento di Torino avviò una grossa produzione che consentì l’esportazione dei prodotti in tutto il mondo. Dopo l’Unità d’Italia la società aprì una serie di stabilimenti nel Mezzogiorno, tra questi uno a Napoli nel quartiere di San Giovanni a Teduccio, dove furono bonificate alcune aree agricole abbandonate. Nel 1900 nacque la Cirio società generale conserve alimentari e gli stabilimenti più importanti divennero proprio quelli napoletani, in particolare l’industria di San Giovanni a Teduccio che venne eletta come sede nazionale dell’azienda finoagli anni ’80.

Nell’area in disuso degli stabilimenti s’insedia il Polo Universitario di San Giovanni a Teduccio che nascedall’esigenza di decongestionare la sede di Fuorigrotta della facoltà di Ingegneria dell’Università di Napoli Federico II, avviando cosi lariqualificazione dell’area est di Napoli. Le oltre 3000 matricole della facoltà di Ingegneria rappresentano il 25% dell’Ateneo. In totale la facoltà è frequentata da circa 17000 studenti; il decongestionamento con nuove aule e laboratori è un’evidente esigenza per non perdere competitività. D’altra parte è ampiamente dimostrato, che il posizionamento di una facoltà molto frequentata dagli studenti rappresenta il migliore volano possibile di riqualificazione urbana.

Con questa finalità l’intervento rientra in un protocollo d’intesa stipulato fin dal 31 marzo 1998 dal Ministero dell’Università (Ministro Luigi Berlinguer), la Regione Campania (PresidenteAntonio Rastrelli), il Comune di Napoli (Sindaco Antonio Bassolino) e l’Università Federico II (RettoreFulvio Tessitore). In particolare il Ministero e la Regione si sono impegnati nel finanziamento dell’opera, il Comune a predisporre la necessaria variante urbanistica e l’Università nell’acquisto europeodal curatore fallimentare dell’area ex Cirio.

Le tappe successive, e cioè l’acquistodell’area ex Cirio, la gara per la scelta del progettista, la progettazione definitiva, la gara per la progettazione esecutiva e la realizzazione e l’avvio dei lavori avvengono con Guido Trombetti Rettore e il professore Edoardo Cosenza, docente di tecnica delle costruzioni presso il dipartimento di strutture per l’ingegneria e l’architettura,prima suo delegato per l’edilizia e poi dal 2005 Preside della Facoltà di Ingegneria. In particolare la scelta del progetto definitivo del gruppo di origine giapponese Ishimoto Europe avviene per la razionalitàdell’intervento: un piano interrato per parcheggio e quindi senza auto in vista,e l’apertura totale e libera ai cittadini con il livello 0 completamente aperto a formare un enorme parco verde. Inoltre la splendida architettura giapponeseha progettato la base dei primi due livelli in pietra lavica, a ricordare la presenza a est del Vesuvio e comunque la tradizione locale, con i piani superiori che sembrano incastrarsi nella pietra lavica, con facciate costituite da moderne vetrate e logge colorate.

I laboratori, unificati nel centro di Ateneo CESMA (Centro Sperimentale per Misure Avanzate),sono stati inaugurati nel 2015.Finanziati con fondi europei,risultano dotati di apparecchiature di estrema avanguardia nel settore ambientale, strutturale civile, aereospaziale e meccanico, dell’idraulica, delle misure del freddo, delle misure elettriche, della meccanica avanzata, dell’ingegneria dello sport, della realtà virtuale. Il centro per la didattica, con oltre 1000 posti a sedere in modernissime aule, e la splendidaAula magna sospesa, con proiezioni 3D, Schermo super HD e Dolby Surround, sono stati inaugurati nel settembre ed ottobre 2016.

Sono in fase di realizzazione nuove aule e nuovi spazi per alcuni Istituti CNR, finanziati dalla Regione, su fondi europei, aperti con la giunta Caldoro e confermati dalla giunta De Luca.

Il successo del Polo è visibile: oltre 800 studenti hanno chiesto di immatricolarsi per seguire i corsi nel Polo di San Giovanni. D’altra parte il bacino potenzialerisulta enorme, comprendendo la penisola sorrentina, i comuni vesuviani, l’agro sarnese-nocerino, la parte est della città di Napoli.

La bellezza e l’efficienza del polo, unitamente alla tradizione internazionale della Federico II, ha attratto la multinazionale Apple che vi ha insediato ad ottobre 2016 la prima Scuola europea (iOS Academy); l’accordo fra Apple e Federico II consentirà nel triennio 2016-2018 di formare 1000 sviluppatori che entreranno nell’ecosistema Apple. Verranno cioè formati imprenditori con grandi conoscenze informatiche ma anche di business plan, design e tutto ciò che è necessario per creare App di successo, di grande interesse e potenziale commerciale. La convenzione è estendibile all’ulteriore triennio per altri 1200 studenti.

A seguire stanno aprendo sedi nel Polo altri gruppi internazionali, come ad esempio il gruppo AXAMatrix, esperto in analisi di rischio per eventi naturali.

L’Aula Magna è usata per convegni ma anche per proiezioni cinematografiche sfruttando le alte prestazioni tecnologiche. Il parco è già molto visitato dai cittadini, che ammirano l’antica ciminiera oggi utilizzata per l’emissione dell’impianto di condizionamento, e il Crocifisso ligneo posizionato anticamente all’ingresso della Cirio, conservato per trent’anni da vecchi operai e recentemente posizionato in apposito alloggiamento nel parco e riconsacrato.

Dunque il Polo diventerà sempre più un centro d’interazione fra didattica, ricerca, CNR e gruppi industriali e imprenditoriali avanzati, portando occasioni di formazione e di lavoro molto significative. E al contempo la piena riqualificazione di quella che era una splendida area cittadina, vicina al mare, di passaggio verso le ville vesuviane, successivamente diventata area industriale ma negli anni desertificata e marginalizzata. Uno straordinario esempio di riqualificazione molto apprezzato dalla Commissione Europea come buona pratica di utilizzo di fondi europei.

- Advertisement -spot_img